closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Ankara ferma 1.300 profughi. Scontri al confine greco-macedone

Accordo Ue-Turchia. Ipotesi di sospensione della Grecia da Schengen

Gli effetti dell’accordo tra Bruxelles e Ankara sui migranti non si sono fatti attendere. Neanche i tempo di far asciugare l’inchiostro, e già lunedì la guardia costiera turca ha fermato 1.300 profughi che si stavano preparando a partire dalla costa egea della Turchia diretti verso le isole greche. L’operazione è la dimostrazione concreta di come il governo turco sia capace di trattenere sul proprio territorio i rifugiati impedendogli di raggiungere l’Europa, come assicurato domenica scorsa in Belgio dal premier Ahmet Dovotoglu ai leder europei. Ma volendo si può leggere anche come la dimostrazione di come, con altrettanta facilità, le stesse...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi