closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Alexader Zeldin, fare teatro è un modo per cambiare il nostro sguardo sulla vita

Intervista. Il regista inglese parla di «Love», presentato a Roma. L'Inghilterra di oggi nella crisi economica e nell'alta diffusione della povertà

La crudeltà di un sistema che condanna le persone alla povertà, offrendo loro false speranze per poi stritolarle in meccanismi burocratici kafkiani. È questa la situazione in cui si trovano i personaggi di Love, scritto e diretto da Alexander Zeldin - visto in scena al Teatro Argentina in corealizzazione con il Romaeuropa festival. Il drammaturgo trentaseienne si è affermato nella sua Inghilterra – regista associato al Birmingham Repertory Theatre, artista in residenza al National Theatre di Londra – dopo aver fatto esperienze in Egitto, Corea del Sud, Russia e Napoli. È tornato in Italia con uno spettacolo di alcuni anni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.