closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Affresco corale di una generazione post-punk

Note sparse. Si intitola «Memorial Device» il libro di David Keenan, un dispositivo di acquisizione memoriale

Publice Image Ltd

Publice Image Ltd

Memorial device dice già in partenza, a cominciare dal titolo su sfondo fotografico in bianco e nero, viso inquieto, rasato, in modo che da quella epidermide liscissima affiori una sorta di angelicità, ombrosa autenticità che fu del post-punk e dei suoi chiaroscurali protagonisti, maglia a righe, chiodo di pelle; dice del tipo di operazione letteraria compiuta da David Keenan, critico musicale per «The Wire» oltre che scrittore e musicista, come recita la bandella dell’edizione italiana uscita da poco per Double Nikels (traduzione accurata di Matteo Camporesi e Lorenzo Mari) dopo il grande successo riscosso all’estero, soprattutto in ambienti anglofoni, in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi