closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Aereo russo, Beirut e Parigi terrorizzare e reclutare

Sabato 14 novembre, il giorno successivo agli attentati di Parigi, lo Stato islamico ne ha rivendicato la paternità con un comunicato diffuso sui consueti canali di comunicazione e propaganda. Quel comunicato non forniva elementi inediti, non dimostrava che gli attacchi multipli fossero stati ideati e finanziati dalla casa madre. Era un atto politico, che «metteva il cappello» sugli attentati, ma senza chiarire la questione centrale: lo Stato islamico ha fornito soltanto l’ispirazione, o gli va attribuita anche la regia? L’ultimo numero della rivista Dabiq, pubblicato ieri, non risolve la questione. Anzi. Nell’introduzione si dice che, per punire la hubris militarista...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi