closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Adrian Paci, identità migrante fuori dal cimitero

Una mostra a Milano, Basilica di Sant'Eustorgio. L’artista albanese di Scutari dialoga discretamente con gli affreschi di Foppa e il Paleocristiano per dare voce a un’arte che dalla ferita delle memorie decolla verso un poetico universalismo

Adrian Paci, da «The Guardians», 2015

Adrian Paci, da «The Guardians», 2015

Sulle sue spalle Adrian Paci si è caricato un tetto. Ma il tetto è rovesciato, così, nonostante il peso lo costringa a incurvare la schiena, l’impressione è che Paci si sia in realtà dotato di due ali. Home to go è una delle sue opere più iconiche, una scultura autoritratto (polvere di marmo e resina) a grandezza naturale che in queste settimane occupa con molta discrezione la Sacrestia Monumentale della Basilica di Sant’Eustorgio a Milano. È un’opera che avrebbe potuto semplicemente funzionare come una legittima etichetta della condizione di migrante (Paci è nato a Scutari in Albania nel 1961) e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.