closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Addio Jean Gruault, penna della Nouvelle vague

Cinema. Sceneggiatore per Rossellini, Truffaut, Godard, Resnais, Rivette, a lui si devono «Jules e Jim» e «La camera verde»

L’ultima apparizione è stata poche settimane fa, sugli schermi del festival di Cannes, nella fiaba incestuosa di Valerie Donzelli. È lui, infatti, Jean Gruault, l’anziano e severo giudice che condanna i due giovani amanti incestuosi al patibolo. Marguerite et Julien, l’amore assoluto tra i due fratelli che sfida tabù e proibizioni lo aveva scrittonegli anni Settanta  per François Truffaut con cui Gruault ha diviso per anni l’onda della Nouvelle vague (e non solo). La sceneggiatura non era però mai stata realizzata fino a quando Donzelli, ritrovando i fili di quella lunga storia l’ha portata sullo schermo (e in concorso sulla...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.