closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Addio ad Antonio Pennacchi, tra scrittura e realtà sociale

RITRATTI. Scompare all'età di 71 anni l'autore di «Canale Mussolini» che gli valse il Premio Strega nel 2010

Antonio Pennacchi (wikicommons)

Antonio Pennacchi (wikicommons)

Antonio Pennacchi, scomparso a 71 anni nella sua Latina, ha reso come pochi due momenti molto diversi eppure centrali del Novecento italiano riuscendo a restituire, per il tramite di una scrittura intrinsecamente feroce ed autobiografica, un'opera letteraria capace di «parlare con la storia», emergere dal «particulare» e raccontare moti e movimenti collettivi come biografia antiretorica della nazione. È stato certamente questo il senso del suo scritto più noto quel Canale Mussolini (Premio Strega 2010) che racconta lo sforzo umano della bonifica dell'agro pontino ripulendola dalla retorica del regime fascista e ricollocandola dentro la misura della fatica e degli sforzi sostenuti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.