closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Addio a Sanpei Shirato, manga e lotta di classe sempre dalla parte degli ultimi

Lutti. Scomparso a 89 anni l'artista giapponese, innovatore nel mondo del fumetto, nei suoi lavori ha toccato tematiche sempre attuali come le ingiustizie sociali

Una tavola di Sanpei Shirato

Una tavola di Sanpei Shirato

Solo alcune settimane fa era scomparso Takao Saito, autore del popolare e fluviale manga Golgo 13, e nella giornata di ieri è stato reso noto che lo scorso otto ottobre se n’è andato, a 89 anni, anche Sanpei Shirato, uno degli artisti che più hanno lasciato il segno nell’arte del fumetto giapponese, dal dopoguerra in poi. Shirato, il cui vero nome all’anagrafe era Noboru Okamoto, nasce a Tokyo nel 1932, e viene influenzato sia artisticamente che politicamente dal padre Toki Okamoto, pittore in prima linea nel movimento proletario giapponese. Shirato comincia già giovanissimo con il kamishibai, un teatro di strada...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.