closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Accuse di Viganò Il papa: «Preghiera e silenzio»

Guerra in Vaticano. «Non erano persone, erano una muta di cani selvaggi che lo cacciarono», ma Gesù «con il suo silenzio vince quella muta selvaggia e se ne va», spiega Bergoglio. Il riferimento agli eventi degli ultimi giorni è chiaro. Anche perché subito dopo aggiunge: «La verità è silenziosa, non è rumorosa», c’è un’unica scelta da fare «con le persone che cercano soltanto lo scandalo, la divisione, la distruzione: silenzio»

Non accenna a placarsi lo scontro fra l’ex nunzio negli Usa, monsignor Carlo Maria Viganò, «grande accusatore» di papa Francesco («ha coperto l’ex cardinale pedofilo di Washington, McCarrick»), e il Vaticano. La novità, in una polemica che sembra scadere a gossip ma rende evidente la guerra di potere nei sacri palazzi, è che questa volta il papa e il Vaticano reagiscono e replicano. FRANCESCO LO FA senza entrare nel merito, ma con una durezza poco consueta, commentando il Vangelo del giorno («Nessun profeta è bene accetto in patria»), ieri mattina, nella messa a Casa Santa Marta, dove risiede dall’inizio del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.