closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Internazionale

A Washington il sospettato dell’attentato a Bengasi

Libia . Ahmed Abu Khattala sbarcato, in manette, negli Stati Uniti. Il leader libico delle milizie islamiste Ansar al-Sharia è sospettato di essere il principale ideatore del sanguinoso attacco all’ambasciata statunitense di Bengasi

I media usa aspettano l'arrivo di Khattala a Washington

I media usa aspettano l'arrivo di Khattala a Washington

Ahmed Abu Khattala è sbarcato, in manette, negli Stati Uniti. Ieri il portavoce dell’ufficio del procuratore di Washington, William Miller, ha reso noto l’arrivo del leader libico delle milizie islamiste Ansar al-Sharia, sospettato di essere il principale ideatore del sanguinoso attacco all’ambasciata statunitense di Bengasi. Il sospetto terrorista è stato interrogato da agenti dell'Fbi sulla nave militare americana a bordo della quale è stato portato negli Stati uniti. Subito dopo la sua cattura, molti esponenti repubblicani avevano affermato che Khattala sarebbe dovuto essere trasferito a Guantanamo invece di essere sottoposto, come ha deciso di fare l'amministrazione Obama, alla giustizia federale....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.