closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

A Scampia non si vive solo malamente

EverTeen. Raffaele Sivolella, nel libro «Inferno e paradiso» edito dalle Edizioni Progetto Cultura, raccoglie le testimonianze scritte in forma di diario di sedici ragazzi e ragazze, che vivono in quel quartiere di Napoli

Gli occhi di chi non ci abita non possono vedere bene. Rischiano la miopia, gli sguardi obliqui, la messa a fuoco dell’inquadratura sbagliata. Perché a Scampia, dicono i ragazzi che lì passano la loro infanzia e adolescenza, c’è ’o bbuono e o’ malamente. Non tutto quel che accade in quel microcosmo ad alta densità umana rimanda a una discarica sociale. Certo, c’è qualcuno che, come Raffaele, si sveglia ogni mattina chiedendosi «Quanti ne uccideranno oggi?». E non è un ritornello da sfaccendato, né una domanda retorica: è un interrogativo vero, perché qualsiasi giornata di Scampia può cominciare con il sole...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.