closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Parisi: «A questo ritmo, 500 morti al giorno a metà novembre»

Intervista. La crescita esponenziale dei casi complica la risposta alla pandemia, l’analisi del presidente dell’Accademia dei Lincei Giorgio Parisi

Il fisico Giorgio Parisi

Il fisico Giorgio Parisi

Il fisico Giorgio Parisi, oggi presidente dell’Accademia dei Lincei, segue da vicino l’evoluzione dell’epidemia di Covid-19. Sul tema ha messo al lavoro le tantissime competenze riunite nell’Accademia, che hanno prodotto analisi accurate sugli aspetti più importanti dell’epidemia. Ma Parisi, uno degli scienziati italiani più noti al mondo, ha sempre maneggiato dati e proposto modelli in grado di spiegarli. Perciò, non si limita a organizzare il lavoro degli altri ma è impegnato in prima persona nell’analisi degli scenari. Sulla base dei dati delle ultime settimane, Parisi offre una proiezione allarmante: se i dati continuano a crescere a questo ritmo, a metà...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.