closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

A Essaouira dove la musica è l’arte dell’incontro

Musica. I mille appuntamenti del festival che accende i riflettori sulla città marocchina e il suo patrimonio sonoro

Maâlem Mehdi Nassouli e Titi Robin

Maâlem Mehdi Nassouli e Titi Robin

La vertigine ad Essaouira é sempre in agguato. Il vento che la scuote senza tregua (è chiamata per questo la «città degli alisei»), finisce per regalare a chi la abita e a chi la visita, una sorta di frenesia e di travaglio cui possono sfuggire solo in pochi e solo in alcuni angoli particolarmente riparati della Medina. Il resto è turbinio perenne: borbottii di oceano agitato, gabbiani che reclamano cibo, pescatori che offrono il bottino del loro peregrinare notturno, carretti cigolanti che trascinano spezie o valigie, salmodie di muezzin gracchianti nelle trombe a campana appese sui palazzi, persone che abitano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.