closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

A Conte basta un voto in più per salvarsi. Il Pd già lo incalza

Mai dire Maie. Il premier otterrà la maggioranza relativa grazie all’astensione di Iv. Ma Zingaretti chiede un allargamento e una «ripartenza»

Il premier Giuseppe Conte

Il premier Giuseppe Conte

Il pallottoliere piange. Dopo la sbornia d’ottimismo di due giorni fa, ieri mattina i conti hanno sedato l’euforia. Al Senato quota 161 è lontana. Il leader della Lega Matteo Salvini capisce al volo e dichiara secco: «Conte non ha la maggioranza. Altrimenti non si sarebbe preso due giorni e sarebbe venuto in aula oggi». È così. Per la maggioranza mancano una decina di voti e non sono pochi. La componente del gruppo Misto Maie da ieri ha cambiato nome aggiungendo la formula «Italia 23» per apparire più appetibile. Ma le truppe per ora non lievitano. I SENATORI PRONTI a votare...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.