closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Zingaretti contrattacca: «Non si torna al Pd del 2018»

Fuoco amico nel Pd. Il segretario ai nostalgici di Renzi: «Serve un’alleanza vincente»

Nicola Zingaretti

Nicola Zingaretti

La caduta di Conte e la nascita del governo Draghi hanno rianimato i renziani rimasti "in sonno nel Pd". Da alcuni giorni, il "fuoco amico" è ripartito alla grande: prima sulle quota rosa mancate, poi sull’intergruppo in Senato con M5S e Leu per creare un coordinamento della ex maggioranza nel nuovo campo di battaglia delle larghe intese. Vade retro, dicono dalle correnti di Lorenzo Guerini e di Matteo Orfini: «Basta alleanze con M5S, sono una gabbia». L’obiettivo è chiaro: fatto fuori Conte, ora l’obiettivo è il Nazareno, per sostituire Zingaretti e impedirgli di compilare le liste per le politiche. Come?...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi