closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Zero Days», quando i computer si trasformano in armi

Intervista. Alex Gibney racconta il suo documentario su Stuxnet, virus informatico creato da Stati uniti e Israele

L'ex direttore della Cia e dell'Nsa Michael Hayden in un'immagine di Zero Days di Alex Gibney

L'ex direttore della Cia e dell'Nsa Michael Hayden in un'immagine di Zero Days di Alex Gibney

Un anno fa quando è stato presentato a Berlino, gli argomenti trattati dal documentario Zero Days di Alex Gibney - da oggi in sala - sembravano usciti direttamente da una spy story, un thriller di spionaggio. Il film ricostruisce infatti - districandosi in una selva di no comment da parte di chi sa e non può parlare - la storia di Stuxnet, un virus informatico in grado di «auto-replicarsi» sviluppato da Stati uniti e Israele per monitorare le centrali nucleari iraniane, poi modificato dagli israeliani allo scopo di comprometterle e infine sfuggito di mano ai suoi stessi creatori. «Ho cominciato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.