closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Youngblood, c’era una volta il cinema espanso

Un ricordo. È scomparso Gene Youngblood, studioso di arte e tecnologia, autore di «Expanded Cinema» pioniere dei media elettronici per nuove visioni

Gene Youngblood ci ha lasciato il 6 aprile di quest’anno. Aveva pubblicato il suo Expanded Cinema nel 1970, non ancora trentenne: un libro imponente, denso, ricco di teorie, di esempi e di immagini, con una introduzione visionaria di Buckminster Fuller: coscienza planetaria, conoscenza umanistica e scientifica fuse in un flusso di consapevolezza; tecnologia come espansione della sensibilità, del pensiero. Di «occhi espansi», riferendosi a uno spettatore diverso, aveva scritto Jonas Mekas; e il termine di cinema espanso girava già fra i cineasti underground. Gene Youngblood lavorava al Los Angeles Free Press, giornale gloriosamente radical e alternativo, e il libro è...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi