closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Reportage

Yoff, stessa spiaggia altro mare

Senegal. La cittadina sorta sulla sabbia ai margini della capitale senegalese Dakar gode di ampie autonomie, anche religiose. È sa sempre il regno dei pescatori tradizionali Lebu, costretti a tirare i remi in barca da quando il pesce migliore finisce nelle grandi navi cinesi ed europee

Sulla spiaggia di Yoff a Dakar

Sulla spiaggia di Yoff a Dakar

La spiaggia di Yoff è un enorme tappeto di sabbia che si estende per chilometri e chilometri. «Un tempo dicono che arrivasse fino in Mauritania» dice Philippe, un francese che vive da 10 anni a Yoff, proprietario di un ristorante sulla spiaggia. YOFF FA PARTE DELLA CITTÀ di Dakar, tuttavia gode di alcune autonomie amministrative, ma soprattutto possiede fattori culturali, economici e religiosi che la rendono ben distinguibile dal resto di Dakar. È il villaggio principale dell’etnia Lebu, popolo di pescatori, oggi messi a dura prova dagli accordi internazionali sulla pesca, che stanno depauperando i mari dell’Africa Occidentale, spingendo molti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi