closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Yemen Connection, la Francia nel mirino di al Qaeda

L'analisi. La radicalizzazione, l’addestramento, il martirio, sulle tracce dei due killer

I fratelli Said e Cherif Kouachi

I fratelli Said e Cherif Kouachi

Azzardare ipotesi sull’esatta matrice e sulla «regia politica» dell’attentato alla redazione di Charlie Hebdo è prematuro, ma alcuni elementi sembrano indicare una pista plausibile. «Dite ai media che è al Qaeda nello Yemen», avrebbero affermato gli attentatori prima dell’incursione nella redazione, secondo la testimone Cédric Le Béchec, citata dal quotidiano The Telegraph. La testimonianza non è sufficiente a indicare l’appartenenza dei fratelli Said e Cherif Kouachi - uccisi ieri dalle forze speciali francesi a Dammartin-en-Goële - alla fazione yemenita dell’organizzazione fondata dallo sceicco Osama bin Laden, ma risulta coerente con l’accanita battaglia di al Qaeda nella penisola arabica (Aqap) -...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.