closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

Yates e i polli di Renzo

La maglia rosa Simon Philip Yates (Gb) tra Tolmezzo e Sappada

La maglia rosa Simon Philip Yates (Gb) tra Tolmezzo e Sappada

Chissà chi l’ha introdotto mai, nel ciclismo, il fair play, questa variante sportiva del politicamente corretto ad uso e consumo dei vincitori, o dei potenti. Dicono sia stato Merckx, ma solo a fine carriera, quando la fame del cannibale fu sazia, e si sentì in dovere di restituire qualcosa a Gimondi, che più di tutti aveva tartassato. Giro del ’76, Felice cade in maglia rosa, Eddy impone al gruppo recalcitrante di attendere il rientro dell’amico disarcionato. Chi proprio alle logiche del fair play non cedette fu Stephen Roche, dieci anni dopo, o giù di lì. Al Giro dell’87 in maglia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi