closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Wojnarowicz, la bellezza meticciata con la militanza

La mostra "Wojnarowitz" al Whitney Museum di New York. In dialogo con Keith Haring e Basquiat per l’adozione di un alfabeto privato fatto di icone e di simboli (Rimbaud), David Wojnarowiz ha inteso l’impegno come luogo di sperimentazione radicale

Peter Hujar,

Peter Hujar, "David Wojnarowicz (Village Voice «Heartsick: Fear and Loving in the Gay Community»)", 1983, Collection of Philip E. and Shelley Fox Aarons

«C’è stato un momento (...) in cui mi sono ritrovato al Whitney e il vedermi attribuito un qualche pubblico riconoscimento si è rivelata una vera emozione. Questa circostanza ha spalancato porte a destra e a manca: la gente voleva acquistare qualunque cosa avesse sopra la mia firma. Era insieme fastidioso, importuno e disorientante». I ricordi di David Wojnarowicz (scomparso nel 1992) vanno riferiti a un biennio preciso, quello cominciato coll’ ’84, quando la sua carriera di artista figurativo si era avviata da appena un lustro: intervallo fortunato durante il quale il nome del giovane del New Jersey venne dapprima incluso...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.