closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Whirlpool fa marcia indietro. Gli operai: «Ora l’accordo»

La vertenza. L'annuncio di Patuanelli (Mise). La multinazionale Usa ha accettato di tornare al tavolo. Bloccata la vendita del sito di Napoli. Oggi sciopero generale e corteo nella città partenopea

Il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, ieri mattina si è affacciato sui social per dare la notizia: «Voglio rivolgermi ai lavoratori Whirlpool di Napoli, l’azienda ritirerà la procedura di cessione del sito». Si tratta del macigno più grosso che, dopo cinque mesi di trattative a vuoto, la multinazionale Usa ha finalmente accettato di rimuove per tornare al tavolo e trovare un accordo. Per convincere l’azienda c’è voluto un fronte unico tra operai del gruppo, sindacati e anche il governo che su questa crisi si giocava la credibilità. In particolare il fronte 5S dell’esecutivo, a cominciare dal premier Giuseppe Conte...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.