closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Whirlpool a Napoli vuol risparmiare perfino usando la cassa Covid

Vertenze Irrisolte. Tavolo al Mise, scontro sulla richiesta di ammortizzatori prima di licenziare a aprile. La Fiom: la lotta per riaprire va avanti. Il Mise: molti interessati a rilevare la fabbrica

È la vertenza più lunga e dolorosa. Con i 450 lavoratori di Napoli che continuano a lottare e a non rassegnarsi alla chiusura della loro fabbrica, decisa dalla Whirlpool senza un logico motivo. Ieri se ne è avuta ulteriore dimostrazione nel tavolo convocato al Mise. Gli ottimisti si aspettavano una proposta di reindustrializzazione da parte del governo. I realisti invece non nutrivano aspettative e sapevano di doversi ancora una volta scontrare con i dirigenti Whirlpool. E così è stato. Il vicepresidente Whirlpool Emea Luigi La Morgia - ex direttore dello stabilimento di Napoli - ha incendiato le polveri annunciando la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi