closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Walter Mosley e l’anima dell’America nera

Romanzo poliziesco. Torna per 21 lettere il classico «Il diavolo in blu», prima indagine di Easy Rawlins nella Los Angeles del secondo dopoguerra tra jazz, gangster e razzismo. Attraverso decine di opere, l'autore ha costruito un universo narrativo che sembra rileggere alcune delle fasi decisive della recente storia del Paese attraverso una filosofia della strada e una memoria orale della vita degli afroamericani

Lo scrittore Walter Mosley

Lo scrittore Walter Mosley

Di sé racconta che la decisione di diventare scrittore è arrivata dopo aver letto Il colore viola di Alice Walker, il romanzo uscito all’inizio degli anni Ottanta dal quale Steven Spielberg ha tratto un film di enorme successo - ben 11 nomination agli Oscar - che racconta la condizione delle giovani afroamericane nel sud degli Stati Uniti nella prima metà del ventesimo secolo. Del resto, la sua formazione si è compiuta sulle opere di Raymond Chandler e Dashiell Hammett come sui libri di Albert Camus, su tutti Lo straniero, mentre tra i suoi romanzi più fortunati ce n’è uno che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.