closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Voucher, il nome è cambiato ma la sostanza rischia di essere la stessa

Cosa prevede il «contratto di prestazione occasionale» inserito nella manovra. Introdotto un tetto di 5mila euro, il lavoratore non potrà ricevere più di 2.500 euro l'anno da uno datore di lavoro. Resta il limite alle microimprese sotto i 5 dipendenti, salvo per l'agricoltura o l’edilizia. Una restrizione cospicua rispetto al passato, ma insufficiente

Per sostituire i voucher, aboliti per decreto per evitare il referendum Cgil, il governo e il Pd hanno rispolverato il «contratto di prestazione occasionale» abolito dal Jobs Act nel 2015. Se i voucher erano scontrini acquistabili in tabaccheria, fuori dal contratto di lavoro, la «prestazione occasionale» sarà una forma contrattuale che si aggiunge alle quaranta e più esistenti. Per Cgil, Mdp, Sinistra Italiana, Movimento 5 Stelle l’emendamento Di Salvo, depositato l’altro ieri sera dal relatore alla «manovrina» Mauro Guerra in commissione Bilancio della Camera, siamo di fronte a un meccanismo esattamente equivalente a quello dei voucher. «Non c’è dubbio che faremo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.