closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Vite in massima sicurezza

Biografie. «Colpevoli di omicidio» di Danner Darcleight, per Marsilio. La storia di un detenuto che ha compiuto crimini orrendi e che cerca una possibile esistenza umana

«Una scritta graffiata sulla parete della cella: ’indurirsi senza perdere la propria tenerezza’». Così inizia un bellissimo libro di Alberto Magnaghi, intitolato Un’idea di libertà e dedicato alla propria esperienza in carcere a seguito della famigerata inchiesta nota come 7 aprile che nel 1979 si abbattè su tanti esponenti dell’area dell’autonomia. QUESTA FRASE sembra in qualche maniera attanagliarsi a un’altra narrazione, anch’essa caratterizzata dalla detenzione, nonostante le differenze che cartterizzano sia l’io narrante sia i luoghi dove si svolge la storia. Si tratta di Colpevoli di omicidio. La vita dentro un carcere di massima sicurezza di Danner Darcleight (Marsilio, pp....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.