closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Visioni ribelli di architetti

Mostra. Al Pac di Milano, una grande rassegna guarda all'esperienza del collettivo fiorentino Superstudio, a partire dal «Monumento Continuo»

«Monumento Continuo» di Superstudio, 1969

«Monumento Continuo» di Superstudio, 1969

Nel 2008 il gruppo Archizoom espone le sue opere nelle sale ipogee dell’Ospedale degli Innocenti a Firenze, dimostrando, ancora una volta quanto l’architettura radicale sia stata e sia tuttora fastidiosa per i burocrati direttori di musei. Il Padiglione d’arte contemporanea di Milano, progettato e realizzato da Ignazio Gardella nel 1954, ospita fino al 30 gennaio 2016 la rassegna Super Superstudio, a cura di Andreas Angelidakis, Vittorio Pizzigoni e Valter Scelsi. Milano, dunque, e non Firenze dove non è mai stata fatta una mostra complessiva sulla neoavanguardia architettonica, si ripropone come luogo aperto alla cultura radicale come dimostra la recente antologica...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi