closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Virginia Raggi: «Sgomberare le sedi di Casapound»

Neofascismo. La prima cittadina della capitale scrive ai ministri di Economia e Difesa chiedendo di liberare gli edifici di loro proprietà occupati dall'organizzazione nel quartiere romano dell'Esquilino e a Ostia

La sindaca di Roma Virginia Raggi

La sindaca di Roma Virginia Raggi

La sindaca di Roma Virginia Raggi torna a chiedere lo sgombero delle sedi di Casapound (Cpi). La prima cittadina ha scritto ieri al ministro dell’Economia e delle finanze Roberto Gualtieri e a quello della Difesa Lorenzo Guerini (entrambi del Partito Democratico). Con il primo ha sollevato la questione relativa alla storica sede dei «fascisti del terzo millennio», situata in via Napoleone III, nel quartiere romano dell’Esquilino. L’immobile è di proprietà del demanio ed è occupato dal 26 dicembre 2003. Allora nessun dirigente del ministero dell’Istruzione, università e ricerca, cui il palazzo era stato affidato, presentò la denuncia per chiedere lo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi