closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Violenza razzista, la polizia francese pesta il produttore musicale Zecler

Accade a Parigi. Un altro brutale episodio di aggressione, avvenuta sabato scorso e rivelata da un video giovedì: botte e insulti ai danni di un produttore musicale. I quattro agenti responsabili sono stati messi in stato di fermo. Macron scioccato. Le responsabilità del ministro degli Interni. Maggioranza, governo e istituzioni in crisi per la legge sulla sicurezza globale

Il volto e le mani di Michel Zecler  dopo il pestaggio della polizia

Il volto e le mani di Michel Zecler dopo il pestaggio della polizia

Crisi politica nella maggioranza francese, ormai divisa apertamente, con deputati sempre più in preda al dubbio sulla legge sulla sicurezza globale dopo l’ultimo gravissimo episodio di violenza della polizia: l’aggressione al produttore musicale Michel Zecler, unita a insulti razzisti, avvenuta sabato scorso e rivelata da un video giovedì. Un’altra scena barbara che si aggiunge alle immagini della repressione violenta dei migranti in place de la République lunedì. Crisi nel governo, con alcuni ministri che prendono chiaramente le distanze dal responsabile degli Interni, come Elisabeth Moreno, ministra dell’eguaglianza, «scioccata come ministra, scandalizzata come donna». Crisi istituzionale, tra i presidenti di Assemblea...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.