closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Violenza di genere, impotenza del patriarcato

25 novembre. Come ogni anno, si ricordano il sacrificio e l’impegno delle sorelle Mirabal, torturate e uccise nella Repubblica Dominicana oppressa dal dittatore Trujillo, e le battaglie delle donne contro gli abusi

Brasile, la «Marcha das vagabundas»  a San Paolo

Brasile, la «Marcha das vagabundas» a San Paolo

Ogni anno, la giornata contro la violenza di genere ricorda il sacrificio delle tre sorelle Mirabal. Il 25 novembre del 1960, durante il regime imposto alla Repubblica Dominicana dal dittatore Rafael Trujillo, che devasterà il paese per trent'anni, le tre giovani furono bloccate per strada mentre si recavano a far visita ai loro mariti in prigione. Gli sgherri di Trujillo le torturarono e, dopo averle strangolate, le gettarono da un precipizio a bordo delle loro auto, perché si pensasse a un incidente. Ogni anno, il loro impegno e il loro sacrificio tornano a ricordare le battaglie delle donne nei cinque...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.