closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Vinterberg, ad alta gradazione

In sala. Premiato con l'Oscar, il nuovo film del regista danese prende a pretesto la strana teoria di uno psicologo norvegese: l'essere umano nascerebbe con un tasso alcolemico troppo basso...

La grande sbornia è quella dei premi. Quattro Oscar europei in dicembre a Berlino (a film, regista, attore, sceneggiatura), preceduti dal premio all’interprete maschile Mads Mikkelsen al Festival di San Sebastian e da quello alla carriera per il regista al FilmFestival di Lucca, che ne ha intuito per primo, dopo la selezione (virtuale) di Cannes, il potenziale drammatico e spettacolare. E adesso, dopo il César francese al miglior film straniero, Drunk - Un altro giro (in sala dal 20) ha ricevuto l’Oscar per il miglior film straniero (candidato anche come miglior regista). Sull'onda del successo alla Cineteca di Milano si...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.