closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Vincono i nazionalisti fiamminghi, e ora puntano all’indipendenza

Belgio. L’Nva di de Wever, borgomastro di Anversa, è il primo partito. Molti consensi soffiati all’estrema destra (alleata di Lega e Le Pen) sul tema immigrazione

Una foto del leader nazionalista fiammingo Bart de Wever e un titolo segnato dall’inquietudine: «Una vittoria senza garanzie». È la prima pagina dal maggiore quotidiano del paese, Le Soir, a fissare in una sola immagine tutta l’incertezza che accompagna il dopo-voto del Belgio. Nel paese che ospita il cuore politico della Ue, dove oltre che per le europee i cittadini si sono recati alle urne anche per rinnovare il parlamento nazionale e i due parlamenti regionali della Wallonia e delle Fiandre, il domani porta con sé molte domande senza risposta. Come annunciato da tutti i sondaggi, la Nieuw-Vlaamse Alliantie, la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.