closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Vincono i fralibiens

In Provenza la Unilever, che aveva delocalizzato in Polonia la produzione di tè Lipton e tisane con marchio Elephant, si è arresa alla resistenza operaia: pagherà milioni di euro alla nuova cooperativa dei lavoratori

Operaie dell'autogestione, in basso manifesti del primo convegno europeo dell'

Operaie dell'autogestione, in basso manifesti del primo convegno europeo dell'"economia dei lavoratori"

Nella Francia conquistata dal Front National è accaduto qualcosa di significativo, non solo dal punto di vista simbolico ma persino materiale: dopo 1336 giorni di lotta, Davide, vale a dire 76 lavoratori della Fralib di Géménos, in Provenza, ha sconfitto fragorosamente Golia, cioè la multinazionale anglo-olandese dell’alimentazione Unilever. La big company, che aveva deciso da un giorno all’altro di delocalizzare la produzione del tè Lipton e delle tisane con il marchio Elephant in Polonia, ha dovuto infatti arrendersi alla resistenza operaia: pagherà 19,1 milioni di euro per i danni causati dallo stop all’azienda, mentre i terreni e i macchinari, già...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi