closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Vietato “Rompere il Silenzio”

Israele. Proseguono, più forti e più intensi, gli attacchi al dissenso. Dopo i centri per i diritti umani ora nel mirino della destra ultranazionalista e religiosa al potere c'è "Breaking the Silence", Ong che raccoglie le testimonianze di militari israeliani su crimini di guerra e abusi a danno dei palestinesi sotto occupazione.

Manifestazione ieri a Gerusalemme di attivisti israeliani contro l'occupazione di case palestinesi

Manifestazione ieri a Gerusalemme di attivisti israeliani contro l'occupazione di case palestinesi

"Il mondo intero è contro di noi". Era questo il titolo di un brano molto popolare in Israele negli anni '70, scritto da Yoram Taharlev in 1969, un oscuro autore che andava ripetendo che «molti Paesi inspiegabilmente stanno dalla parte dei nostri nemici». Non era un capolavoro. Un testo semplice e diretto accompagnato da una musichetta senza pretese. «Il mondo intero è contro di noi/è un vecchio motivo/ che ci insegnarono i nostri Padri/a cantarlo e anche a ballarlo». Tirava forte in quegli anni ma ancora oggi quel messaggio riaffiora in Israele ad ogni occasione. D'altronde un sondaggio d'opinione dello...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.