closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Viet Thanh Nguyen dà voce al fantasma

Scrittori émigré. L'autore vietnamita-americano riprende il personaggio che aveva fatto morire nel «Simpatizzante», e gli regala l’inconsistenza di un «senza nome, senza stato e senza io»: «Il militante», Neri Pozza

Dieter Roth, «Diary», 1967; foto di Michael Pfisterer

Dieter Roth, «Diary», 1967; foto di Michael Pfisterer

La smettono mai i fantasmi di sanguinare, di piangere, di ritornare?». Per chi ha vissuto la violenza, lo spossessamento e il potere alienante del colonialismo la risposta non può che essere negativa, sostiene con efficacia Viet Thanh Nguyen nel suo secondo, attesissimo romanzo, Il militante (traduzione di Luca Briasco, Neri Pozza, pp. 432, € 19,00), dove riprende il filo del racconto interrotto alla fine del Simpatizzante, che gli è valso il Pulitzer nel 2016 e molti altri riconoscimenti. Nato in Vietnam durante la guerra, dopo la fuga della famiglia nel 1975, Nguyen ha trascorso l’infanzia da rifugiato negli Stati Uniti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi