closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Via libera al Recovery. Stato di diritto nel freezer

Europa. Accordo con Polonia e Ungheria: la «condizionalità» resta, ma rinviata di uno o due anni

Deal sul Recovery Fund e sul bilancio pluriennale (un pacchetto di 1.800 miliardi) ha twittato il presidente del Consiglio Ue, Charles Michel, ieri sera, come già aveva fatto nel luglio scorso, nella prima tappa di questa maratona che avvia la costruzione di un’Europa federale. Il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert, conferma: «Il Consiglio europeo è d’accordo sul bilancio, sul Recovery e sul meccanismo di condizionalità, all’unanimità». Emmanuel Macron afferma che «il piano di rilancio diventa concreto oggi, c’è un accordo robusto, nel rispetto dello stato di diritto». La presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, ricorda che 1800 miliardi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi