closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Via alla zona cuscinetto, l’Egitto isola Gaza

Egitto/Gaza. Il Cairo isola la Striscia considerata il territorio da dove partono i jihadisti che colpiscono nel Sinai. I palestinesi smentiscono con forza. Intanto il valico di Rafah resta chiuso.

Khalil Shahin è preoccupato, scuote la testa. «Queste accuse formulate dall’Egitto ci lasciano perplessi, sono ingigantite e finiranno solo per colpire i civili palestinesi che non avranno più disponibile il valico di Rafah – avverte Shahin, vice direttore del Centro Palestinese per i Diritti Umani di Gaza city – sostenere, come fanno le autorità egiziane, che Gaza è la causa dell’instabilità del Sinai e degli attentati che vi avvengono, è davvero troppo». E invece il Cairo rincara la dose e da quando il presidente Abdel Fattah al Sisi ha fatto riferimento a non meglio precisate «mani straniere» dietro gli attacchi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi