closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

«Vertice Ue di emergenza se la trattativa si blocca», Tsipras riceve Tusk

Grecia. Il premier accusa i creditori: pongono ostacoli alla ripresa e all’uscita del Paese dal programma di sostegno, fra un anno

Atene, Alexis Tsipras riceve Donald Tusk

Atene, Alexis Tsipras riceve Donald Tusk

«Le responsabilità per i ritardi nella conclusione della seconda valutazione del programma greco sono dei creditori e non accetterò giochi sulla pelle dei greci e a discapito di una ripresa economica in atto». Sceglie parole molto nette il premier greco Alexis Tsipras, al termine dell’incontro che si è tenuto ieri ad Atene tra il leader di Syriza e il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk. Quest’ultimo, dopo essersi mostrato ottimista su un possibile accordo «siamo vicini, molto vicini», ribadisce con forza che l’intenzione dell’Unione europea non è quella di punire la Grecia, ma di aiutare, ammettendo che «il popolo greco...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.