closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Verso la Grecia, il senso di una frontiera

Reportage. Un libro di Giuseppe Ciulla per Chiarelettere

Una veduta di Atene

Una veduta di Atene

Il mio mestiere è attraversare frontiere»: questa frase, con cui si apre Cocaine Nights di James Graham Ballard (pronunciata dal protagonista, che è un giornalista e scrittore di viaggi), può acquisire un valore emblematico nel riassumere il contenuto di Un’estate in Grecia. 4.000 Km ai confini dell’Europa nell’anno della crisi (Chiarelettere, pp. 160, euro 12,90), di Giuseppe Ciulla, giornalista freelance e instancabile viaggiatore. Protagonista di questo libro, infatti, è proprio la frontiera: «Se l’impero europeo ha delle crepe, è alle frontiere che vanno cercate», scrive l’autore, mettendosi in un’ideale continuazione con il suo precedente viaggio-inchiesta nell’Europa dell’est, raccontato nel 2011...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.