closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Verso il riconoscimento dei «riders» subordinati

Gig Economy in Italia. Nel "decreto dignità" annunciato dal ministro del lavoro Di Maio un restyling del Jobs Act, allo studio il riconoscimento del rapporto di lavoro subordinato per i ciclofattorini. Prossimo incontro con i riders la settimana prossima

Il vice-premier Luigi Di Maio

Il vice-premier Luigi Di Maio

Conto alla rovescia per un decreto sulle tutele per i lavoratori delle piattaforme digitali che operano sulle applicazione e sono coordinati dagli algoritmi. Sarà contenuto nel «decreto dignità» annunciato dal vicepremier e ministro del lavoro Luigi Di Maio insieme a un timido restyling del Jobs Act. L’abolizione dell’articolo 18 non dovrebbe essere revocata, mentre si punterebbe a un ripristino della causale per i contratti a termini e alla riduzione dei rinnovi, resterebbe il limite complessivo fissato a 36 mesi. Interventi tutto sommato lievi su uno dei motori dell’occupazione precaria che ha battuto ogni record. Le imprese hanno già fatto sentire...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.