closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Vermouth, un aperitivo “nell’ora antica torinese”

Reportage. Dal vinum absinthiatum dei romani, al rito ottocentesco dei torinesi, ai nuovi locali

manifesto di Armando Testa

manifesto di Armando Testa

Parigi, 1789. Nel suo Trattato di chimica elementare, Antoine Laurent de Lavoisier enuncia la legge di conservazione della materia ‘Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma’. Torino, 1786. Nella liquoreria e rivendita di vini Marendazzo di piazza Castello 18, allora piazza delle Fiere, il giovane garzone Antonio Benedetto Carpano mette a punto la formula del Vermouth di Torino. Anticipando e applicando involontariamente la legge di Lavoisier, lo vedremo a breve. Prima, però, occorre citare una terza data, il 22 marzo 2017, che segna il riconoscimento da parte dell’Unione Europea della IGP, Indicazione Geografica Protetta, ‘Vermouth di Torino’. E...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.