closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Vendetta di Ankara contro il Kurdistan

Turchia. Dopo l'attentato che ha ucciso 37 persone domenica nella capitale, arriva puntuale la reazione contro il Pkk e la popolazione kurda. «Il governo ha rinunciato al negoziato e ucciso le speranze di integrazione kurde», spiega Murat Cinar

L'attentato di ieri ad Ankara

L'attentato di ieri ad Ankara

La rappresaglia turca è partita immediatamente dopo l’esplosione che ha devastato una stazione degli autobus e un’area commerciale nel centro di Ankara nel tardo pomeriggio di domenica. Lasciata ai ministri del governo l’incombenza di puntare il dito contro il Pkk, in assenza di rivendicazioni, l’esercito ha lanciato un’ondata di raid contro le montagne di Qandil, nord dell’Iraq. Qui da tempo si sono rifugiati leader e combattenti del Partito Kurdo dei Lavoratori, dopo la tregua raggiunta con il governo turco nel 2013. Nel mirino dei cacciabombardieri turchi sono finiti anche villaggi: secondo l’agenzia kurda AnfEnglish e attivisti kurdi nei social network...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.