closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Visioni

Veleni e canzoni contro la dittatura del telecomando

Note sparse. «Canale Paesaggi» è il nuovo album del giovanissimo gruppo patavino

Post nebbia

Post nebbia

«La mia soglia di attenzione cala disperatamente/Io mi sento deficiente, non so cosa sto guardando/Persone di vetro che mi danno le notizie del giorno/Io sto guardando da un vetro le persone che mi passano accanto», questa è una strofa azzeccatissima del brano Persone di vetro dei giovanissimi padovani Post Nebbia. La televisione e lateralmente qualsiasi dispositivo sono il concept del disco Canale Paesaggi, l’assurdità della deriva delle immagini con l’ironia delicata di chi, passivamente, digerisce spazzatura autodenunciando l’alienazione prodotta.  Allucinazioni e noia indotta (Televendite di quadri), registrate ed esplicitate dalla sensibilità del frontman Carlo Cobellini, in una variopinta atmosfera psichedelica...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi