closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'Ultima

Variante all’italiana

Covid. Con il calo dei casi e la diffusione delle dosi, la minaccia principale viene dalle mutazioni del coronavirus. Il nuovo allarme si chiama “variante indiana”: forse è più contagiosa, ma non è in grado di aggirare i vaccini. A differenza del Regno Unito, l’Italia non ha una rete di rilevazione tempestiva delle varianti. Eppure, il governo Conte a gennaio aveva annunciato la nascita di un “Consorzio” per il monitoraggio dei nuovi ceppi virali: a che punto è?

Il Covid Hotel di Parco de Medici a Roma dove sono alloggiati i cittadini positivi al Covid 19 presenti sul volo proveniente dall’India

Il Covid Hotel di Parco de Medici a Roma dove sono alloggiati i cittadini positivi al Covid 19 presenti sul volo proveniente dall’India

Nel generale clima di ottimismo verso un’estate libera da restrizioni, arriva come un tuono d’agosto l’annuncio di Germania e Austria: vietati i voli diretti dal Regno Unito. Il nuovo allarme si chiama B.1.617.2, più nota come “variante indiana”. In alcune zone dell’Inghilterra, soprattutto nel nord-ovest, si sta diffondendo con notevole velocità e ha sostituito la variante “inglese” (nome in codice B.1.1.7), che da noi è ancora dominante secondo le ultime rilevazioni. Il nome deriva dall’essere stata identificata per la prima volta in India a dicembre 2020, dove dall’aprile 2021 è diventata prevalente. Secondo i dati della banca dati Gisaid, la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi