closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

«Vamos Nico», il chavismo sotto attacco ha resistito

Presidenziali in Venezuela. In quasi 6 milioni confermano la loro fiducia nel leader del movimento bolivariano. Maduro vince largo e apre alle opposizioni, che però difficilmente cambieranno strategia. La Mud rivendica l’astensione oltre il 50% e si prepara alla spallata per cui fanno il tifo Trump e le destre latinoamericane

Una vittoria coi baffi... Giovane sostenitore di Maduro festeggia il 67.7% ottenuto nelle urne

Una vittoria coi baffi... Giovane sostenitore di Maduro festeggia il 67.7% ottenuto nelle urne

«Vamos Nico». Lo slogan è stato ripetuto da una folla di camicie rosse riunite nel centro di Caracas nella notte di domenica, quando il Consiglio nazionale elettorale ha dichirato la vittoria di Nicolás Maduro nelle presidenziali venezuelane. L’attuale presidente ha raccolto il 67,7% dei voti contro il 21,1% del maggior oppositore, l’ex governatore (ed ex chavista) Henri Falcón. Molto distaccati gli altri candidati: 10,8% per il pastore evangelico Javier Bertucci e solo lo 0,4% per Quijada. Un successo che si è concretizzato in una giornata senza incidenti e sotto il controllo di un numeroso gruppo di osservatori e «accompagnanti» internazionali....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi