closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Vaccino agli ultra-ottantenni, una sfida a rischio flop

Covid. La campagna di Arcuri corre spedita, ma finora non ha coinvolto gli anziani più a rischio. Sarà l’impresa più difficile, tra difficoltà organizzative e scarsità di dosi. Oggi in Italia le prime 47 mila del siero Moderna

Il centro vaccini del Santo Spirito di Roma

Il centro vaccini del Santo Spirito di Roma

La campagna vaccinale anti-Covid dell’Italia è un indubbio successo sul piano dell’immagine. Con oltre 700 mila dosi somministrate, siamo i primi nell’Unione Europea, davanti persino alla Germania. Un risultato capace di riabilitare la figura, piuttosto respingente, del Commissario straordinario Domenico Arcuri. Dietro all’elevato numero di vaccinazioni effettuate, però, c’è anche qualche astuzia. Se siamo così più avanti della Francia, che arranca a quota centomila vaccinazioni, è per la scelta delle categorie prioritarie. Oltralpe si è deciso di partire dalle residenze per anziani, che ospitano una popolazione a rischio massimo. Ogni vaccinazione prevede un consenso informato, la presenza di testimoni nei...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi