closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Vaccini, tra obbligo, scelta e principi costituzionali

Medicina. Raccomandare la cura non basta, obbligare è sbagliato. Il problema è complesso, riguarda lo Stato, l’informazione, la crisi del rapporto tra medico e cittadino

Raccomandare o costringere? E’ il dilemma su un nuovo delicato conflitto bioetico tra chi vorrebbe raccomandare l’uso dei vaccini (Lombardia, Veneto) e chi vorrebbe renderlo coercitivo (Ministero, Emilia Romagna, Toscana, Iss, Fnomceo). Come altri dello stesso genere (eutanasia, ivg, tso,) questo conflitto non è per niente isolabile da questioni sociali e etiche più complesse e meno che mai è riducibile ad una utilità solo sanitaria. Tanto i persuasori che i costrittori considerano i vaccini come fondamentali per prevenire le malattie ma nel primo caso vi sono più razionalità (giuridiche, sociali, culturali, etiche e politiche) che si sforzano di coesistere, nel...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.