closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Vaccini «bene comune»: gratis per tutti da gennaio

Coronavirus. Il ministro Speranza ha presentato in Parlamento il Piano per distribuire 202 milioni di dosi. Saranno somministrate prima a operatori sociosanitari, residenti delle Rsa e anziani

Il ministro della Salute, Roberto Speranza

Il ministro della Salute, Roberto Speranza

Le prime dosi di vaccino anti Covid arriveranno a gennaio (ma la distribuzione entrerà nel vivo dalla primavera), sarà gratis per tutti e non sarà obbligatorio, questa al momento l’indicazione ma è un aspetto che potrebbe essere riconsiderato nel tempo. Sono i punti principali del Piano vaccinale, illustrato ieri in parlamento dal ministro della Salute, Roberto Speranza. «Il vaccino è un bene comune, un diritto di tutte le persone, nessuna diseguaglianza sarà ammissibile. È probabile che saranno necessarie due dosi - ha spiegato il ministro -. Per l’Italia ne sono state già opzionate oltre 202 milioni». Saranno somministrate prima a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi