closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«V for Vendetta», visione di una distopia diventata realtà

Intervista. Parla l’artista inglese, illustratore del graphic novel uscito a fine anni Ottanta e scritto da Alan Moore. Dal 21 al 23 settembre sarà a Cosenza, ospite del Festival del fumetto «Le strade del paesaggio»

Ormai manca poco al ventesimo anniversario dell’insurrezione: 9 novembre 1998. Per noi tutti è già passato il cupo futuro scritto da Alan Moore e disegnato da David Lloyd in V for Vendetta, fumetto ideato più di trenta anni fa, da cui è tratto l’omonimo film cult realizzato nel decennio scorso (era il 2005) da James McTeigue. O forse quella distopia è divenuta talmente reale e presente, che neanche ci accorgiamo d’esserci immersi dentro. Sarà uno dei temi di cui discutere con David Lloyd, dal prossimo 21 al 23 settembre ospite a Cosenza, insieme alle sue tavole e a tanti altri...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.