closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Ussita, il sindaco indagato si dimette

Post terremoto. Sigilli al camping «Il Quercione» dove il Comune aveva da anni dei prefabbricati. Il primo cittadino: «Questa è tutta area protetta, la ricostruzione non si farà mai»

Novembre 2016, Sergio Mattarella in visita a Ussita accompagnato del sindaco Marco Rinaldo

Novembre 2016, Sergio Mattarella in visita a Ussita accompagnato del sindaco Marco Rinaldo

La ricostruzione non c’è, e il sospetto è che non ci sarà mai. Nove mesi dopo la prima scossa di terremoto che ha demolito buona parte dei paesi adagiati sull’Appennino tra le Marche, l’Umbria e il Lazio, niente si muove. SE N’È ACCORTO il sindaco di Ussita Marco Rinaldi, eletto in una coalizione guidata dal Pd, che nella giornata di ieri si è dimesso dopo che il gip del Tribunale di Macerata ha messo i sigilli all’area che ospitava il camping «Il Quercione», dove il Comune aveva da anni cinque casette mobili e un prefabbricato in legno. E per questo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.